Chi siamo

Ecole Cinema si propone di promuovere e diffondere la cinematografia intesa come espressione artistica, documentaristica, informativa e, soprattutto, didattica. A tal proposito, l’associazione dedica ampio spazio allo studio del Cinema e del Video come strumento per superare limiti comportamentali e stereotipi che a partire dalle periferie possono condizionare i comportamenti di un’intera città. Ecole Cinema ha sede a Napoli, in viale della Resistenza L.t. N Sc. D., nel quartiere Scampia; è da qui, da un territorio difficile, ma pronto a recepire nuovi stimoli, che vogliamo diffondere la cultura cinematografica in città. Siamo apartitici, non abbiamo fini politici e non siamo soggetti a strumentalizzazioni di alcun genere. L’associazione è retta dai principi della mutualità, non ha finalità lucrative e persegue scopi sociali e altruistici.

L ‘associazione si propone tra l’altro di: organizzare manifestazioni e spettacoli, concorsi e conferenze, convegni e dibattiti, scambi artistici nazionali ed internazionale; favorire la diffusione nelle scuole del cinema quale strumento di apprendimento.  Promuovere insomma, tutte le iniziative collaterali che siano ritenute idonee al raggiungimento dello scopo sociale.

Da settembre 2012 a maggio 2016  Ecole Cinema è stata membro della rete del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli e ha promosso e sensibilizzato azioni positive  in tema di pari opportunità, integrazione sociale,  diritti dei minori, educazione ambientale e cittadinanza attiva, lotta alla illegalità ed educazione alla cultura europea e mediterranea,  attraverso l’uso del Cinema Documentario  in tutta la rete della  scuole della Campania. In collaborazione con MIUR – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania – l’associazione École Cinéma ha presentato il suo programma di azione presso Città della Scienza (ottobre 2012 e 2013 ) nell’ambito degli “Smart Education & Technology Days”, consueto appuntamento partenopeo che mette in mostra le eccellenze scolastiche nazionali, con una particolare attenzione alla Campania e al Centro-Sud, al fine di confrontarsi sui possibili sviluppi delle strategie formative anche in base alle direttive europee.

 

LE NOSTRE INIZIATIVE:

 

2012:

  • Concorso per opere audiovisive e critica cinematografica collegato al Festival: “La Scuola per l’Europa, Diritti e Cinema” (tema: “L’Identità del Territorio”) ha  avuto l’obiettivo di costruire e favorire un percorso di conoscenza relativo all’identità del territorio  cittadino (La Città di Napoli) attraverso lo sguardo degli studenti, le situazioni di interculturalità, il disagio e le soluzioni di integrazione.

 

  • Nel 2011/2012 nell’ambito delle iniziative di promozione di educazione alla non violenza sulle donne e alla sensibilizzazione della cultura di pari opportunità è stato realizzato il video “DifferentementeUguali” per l’Istituto Vittorio Veneto di Napoli; Video riconosciuto e premiato da Ministero Pari Opportunità;

 

2013 :

  • Nell’ambito delle iniziative promosse dalla associazione si evidenzia  la collaborazione con il Polo Qualità dell’Ufficio scolastico Regionale per la Campania e in particolare la partecipazione alle proposte di Ricerca Azione promosse con i laboratori di ricerca azione per la formazione “Filmaker del reale”;

 

  • Realizzazione dello spot “Io non mantengo il sacco e tu?”per l’istituto Minzoni di Giugliano, con lo scopo di sensibilizzare i giovani alla cultura della legalità, video premiato in occasione della manifestazione finale;

 

 

  • Costituzione Giuria Giovani  (Studenti di Napoli e allievi francesi) al Festival del Cinema Italiano a Tremblay , Parigi;

 

  • Scambio culturale con contributi video dal Carcere di Pozzuoli al Carcere di Eseiza (Buenos Aires), la costruzione di un “ponte culturale”;

 

 

  • PAN, Palazzo delle Arti di Napoli: Cineforum al femminile, ambito Festival Cinema Diritti di Napoli proiezioni video;

 

2013/2014:

  • Nell’ambito dei percorsi di formazione per l’inclusione e la sperimentazione di nuove metodologie didattiche, ambito PONFESR, sono stati realizzati video documentari con la scuola Tito Livio di Napoli e la regia di Luca Lanzano dal titolo ”Documentiamo”, memorie storiche e storia enogastronomica;

 

  • nell’ambito del progetto di “Prevenzione e lotta alla dispersione scolastica” promosso dal COMUNE di  NAPOLI- Direzione Centrale Politiche Welfare e servizi educativi – Servizio Coordinamento Attività Sociali e Socio Sanitarie sul Territorio- Legge 285/97, Ecole Cinema ha realizzato in partenariato con Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli, i seguenti laboratori presso l’ Istituto Galileo Ferraris di Scampia:
  • Cineforum (generi del linguaggio filmico e documentario in particolare);
  • Educazione ai Diritti Umani: focus tematici, proiezioni, lezioni frontali, elaborazioni critiche;
  • Scelta dei soggetti di scrittura: fase della Produzione e realizzazione video (Spot)”Napoli”  e due documentari: “Vista con Granello di Sabbia”  e “I Ricordi”.

Il Video “Napoli”  è diventato lo   “Spot della 6°Edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli” mentre il documentario “Vista con granello di sabbia” realizzato dal regista napoletano Giuseppe Carrieri, è stato presentato il 19 Marzo 2014 in anteprima nella cornice di Castel Capuano alla presenza delle autorità locali, degli esperti di settore (giornalisti,tg3), dell’Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli e del Console di Francia,Mr C.Thimonier. http://www.cinenapolidiritti.it/web/in-primo-piano/school-edition-2014-apre-a-castelcapuano-con-i-ragazzi-di-scampia/

  • La Prima School Edition: inaugurata il 24 marzo 2014, la  SCHOOL EDITION del Festival dei Diritti Umani di Napoli, è stata curata dalla Associazione École Cinéma, capofila per questa edizione del Festival della Rete di Associazioni aderenti al Festival del,  e dopo o il successo di adesioni registrato nelle edizioni del 2011 e il 2012 , ha promosso la III Edizione del Concorso per opere audiovisive e critica cinematografica “La Scuola per l’Europa, Diritti e Cinema”. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Napoli , http: (//www.icssavio- alfieri.gov.it/public/files/informascuola_comune_di_napoli_20_02_2014.pdf  ) e dall’Ufficio Scolastico regionale della Campania- Polo Qualithttp://www.qualitascuola.com/à Questi alcune delle tematiche del concorso video promosso dalla Associazione:  “Mediterraneo, mosaico di Culture, Europa dell’Integrazione e delle Differenze”, (diversità di genere, disabilità, immigrazione, scuole  e periferie). A far da cornice a tutto questo, sono stati i luoghi più  i emblematici della Città quali, Castel Capuano,   l’Istituto  di Cultura  Francese, e la Città della Scienza di Bagnoli, tappa obbligata degli studenti napoletani dove si è conclusa la manifestazione  “Cultura contro Camorra” con circa 850 giovani di tutte le età che hanno prodotto e visto i video realizzati sulle tematiche oggetto del concorso.

 

  • Esperti, registi, docenti e soprattutto studenti, hanno animato giornate di spettacoli e dibattiti in una kermesse itinerante che, ha coinvolto tutta la città e in cui lo strumento di dialogo è stato il CINEMA. Portare i film e gli autori dentro le aule e invitare gli studenti e i professori a partecipare alle giornate –dibattito nei luoghi più disparati della città è uno dei motivi della Associazione che usa il Cinema come linguaggio per parlare innanzitutto della propria Città da cui partire per la costruzione di nuovi percorsi interculturali, dall‘Europa al Mediterraneo come ha dimostrato l’ultima esperienza dell’Ottobre 2014in cui l’Associazione École Cinéma ha promosso e organizzato con il patrocinio dell’Uffico Scolastico Regionale per la Campania ,  tre giornate  tematiche mediante(21, 23 e 24 Ottobre 2014, Palacogressi- Mostra d’Oltremare di Napoli) nell‘ambito della iniziativa: La Scuola partecipa al dialogo euro mediterraneo” ,  che attraverso l’ uso del cinema documentario sono state  dedicate appunto a tre aree geografiche ( balcani, Medio Oriente e Palestina e Africa Mediterranea) nell’ambito della Special Mediterranean Edition del Cinema dei Diritti Umani organizzata  nel quadro delle iniziative promosse dal Forum delle Culture di Napoli e hanno interessato una media di circa 1000 studenti al giorno delle scuole medie superiori di Napoli che hanno discusso con testimoni diretti (registi e attivisti della cooperazione nei paesi dell‘area Med) dei film e dei temi di attualità più sensibili nelle aree geografiche interessate.  L’Associazione ha inoltre  promosso in tale occasione la costituzione della “Giuria studentesca “ (Scuole superiori e Università ) per la partecipazione al concorso cinematografico in seno al Festival. Utile strumento digitale di informazione geopolitica  è stata insieme ai film documentari usati per tale occasione, anche  la proiezione dell‘Atlante dei Conflitti del Mondo, strumento di supporto che l ‘associazione propone in collaborazione con l’Associazione 46° Parallelo di Trieste  per la sensibilizzazione ed educazione ad una interculturale che interessi le nuove generazioni . L’ Associazione École Cinéma annovera tra i suoi partner e collaboratori,  la rete delle scuole Netécolecinéma, la Giuria Studenti (scuole e Università di Napoli ), Cooperativa sociale Eco Onlus ,Scuole della Campania, Consolato francese e Istituto  Grenoble di Napoli Unione Musicisti e Artisti Italiani,  Città della Scienza, Festival del Cinema italiano di Tremblay en France, Liceo Multimediale Sugèr , (di Seine st. Denis Parigi), Slow Food Educa Campania, Assessorato Istruzione e Politiche di genere Comune di Napoli, Centro Istruzione per adulti CPIA Napoli , Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, alcuni festival della rete Human Rights Film Network, La rete delle Donne In Nero, Associazione Guanxi, Associazione Cinemafiction Sas, Natia Produzioni cinematografiche, Miur Campania, Club per l ‘Unesco Napoli, Associazione Assopace Palestina, Humaniter Napoli  etc.

 

Il Progetto

NAZRA

Palestine Short Film Festival

a cura di:

Associazione AssoPace Palestina – Roma

Associazione Restiamo Umani con Vik – Venezia

Associazione Anémic – Firenze

École Cinéma Napoli

Centro Italiano di Scambi Culturali-VIK – Gaza

ArtLab – Gerusalemme

FilmLabPalestine – Ramallah

Festival annuale, itinerante, multiculturale di cortometraggi di autori palestinesi ed internazionali su tematiche inerenti a:

  • la libertà
  • i diritti umani
  • la giustizia

con riferimento alla realtà esistente in Palestina.

Il Nazra Palestine Short Film Festival si rivolge ad un pubblico amante del cinema, presentando, attraverso il linguaggio veloce, giovane e ingegnoso dei cortometraggi, autori a volte privi di risorse economiche ma spesso dotati di grandi capacità artistiche.

L’obiettivo è mostrare, attraverso lo sguardo di chi le vive in prima persona o quello di autori provenienti da diverse parti del mondo, le difficoltà e le aspettative sperimentate quotidianamente dai palestinesi che vivono sotto occupazione e in mancanza di libertà e rispetto dei diritti umani.

Nazra è lo sguardo e la percezione che si ha degli altri, ma anche di noi stessi

Il dialogo paritario che si vorrebbe promuovere è quello dell’amore per il cinema e l’espressione artistica, come modalità di comunicazione oltre i muri reali o virtuali che isolano e oltre le differenze di vita e culturali.

Nazra diventa percorso pedagogico e culturale

organizzando laboratori in centri culturali in Italia e in Palestina in una collaborazione, anche se a distanza, capace di far diventare la conoscenza e la vicinanza alla cultura dell’altro patrimonio comune sia dei partecipanti che degli spettatori.

Nazra veicola messaggi di multiculturalità, pace e giustizia attraverso le opere in concorso.

Nazra raccoglie il meglio della produzione artistica di cortometraggi di autori palestinesi e non, proponendolo in proiezioni programmate nelle città italiane e palestinesi sede del Festival.

Il Festival avrà cadenza annuale, la prima edizione è prevista nel corso del 2017.

Sono previsti 5 premi, uno per ognuna delle 5 sezioni a concorso:

  • Fiction di autore palestinese
  • Fiction di autore non palestinese (sulla Palestina)
  • Sguardo dalla Palestina (di autore palestinese) – documentario
  • Sguardo sulla Palestina (di autore non palestinese) – documentario
  • Sperimentale

I componenti della Giuria verranno nominati annualmente e saranno scelti nell’ambito di esperti della cultura e del cinema italiano e palestinese.

Il percorso itinerante del Festival inizierà con la proiezione delle opere nella città di Venezia dove si terranno tre giornate intense di proiezioni delle opere selezionate.

Nella giornata finale avverrà la premiazione delle opere ritenute più valide dalla Giuria del Festival.

Nazra Palestine Short Film Festival proseguirà le proiezioni a Bologna, Firenze, Roma, Napoli per poi volare verso la Palestina, passando per Gaza e completando il suo percorso nelle città di Gerusalemme e Ramallah.

Obiettivi e Finalità del Festival

Il Festival nasce dall’idea di promuovere le capacità artistiche cinematografiche di autori che usano il linguaggio del cortometraggio come prova d’arte delle loro capacità personali, ma anche come espressione giovane, veloce e densa di contenuti, come prova di linguaggio universale, su temi che toccano la libertà, la giustizia e l’emancipazione in situazioni di occupazione ed apartheid, focalizzati sulla Palestina.

Vogliamo:

  • Realizzare la possibilità di incanalare frustrazioni generazionali, in una modalità comunicativa video-cinematografica ed artistica non violenta ma fortemente significativa e ad alto impatto, evidenziando quanto realizzato da molti autori per far uscire la propria cultura dai confini, a volte angusti e dimenticati, di una terra tribolata dal conflitto e dall’occupazione.
  • Stimolare il dialogo che è sempre portatore di scambio, comprensione e positiva contaminazione attraverso il cinema che è uno tra gli strumenti mediatici maggiormente adatti.
  • Promuovere la riflessione su queste tematiche, attraverso l’avvicinamento tra le diverse realtà per comprendere meglio il disagio e le difficoltà di una terra occupata militarmente e con poche risorse e speranze per il futuro.

Siamo convinti che il Nazra Palestine Short Film Festival possa diventare un tradizionale e ricorrente punto di riferimento e crogiuolo di iniziative artistiche tese al dialogo tra le parti.

Coordinatori Responsabili del Progetto:

Luisa Morgantini – già vice presidente del Parlamento Europeo, Presidente Assopace Palestina

Franca Bastianello – presidente Restiamo Umani con Vik

Gianna Bandini – Associazione Anèmic

Meri Calvelli – Italian Center for Cultural Exchange VIK of Gaza

Direttore Artistico:

Stefano Casi

Presidente:

Luisa Morgantini

Direttore e Segreteria Organizzativo/a:

(Franca Bastianello, Franca Marini, Gianna Bandini, Meri Calvelli, Marianna Bianchetti, Sabrina Innocenti)

Operativi: segreteria, archivio, traduzioni, sottotitolatura, contatti ecc.

Giurie (nazionali e internazionali):

I componenti della Giuria verranno nominati annualmente e saranno scelti nell’ambito di esperti della cultura e del cinema italiano e palestinese.

La Giuria italiana sarà composta da 4 membri.

Quella di Gaza da 2 membri.

Altri 2 membri per quella della Palestina – Territori Occupati.

Dal loro giudizio congiunto verranno selezionati i vincitori dei 5 premi messi a concorso per i cortometraggi di fiction, documentari, videoclip, video arte, brevissimi e sperimentali di autori palestinesi ed internazionali, sulla/dalla/per la Palestina.

Nazra Palestine Short Film Festival

Sintesi

Città coinvolte: Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Gaza, Gerusalemme, Ramallah.

Partecipanti: autori cinematografici palestinesi e non palestinesi.

Obiettivi:

  • incoraggiare le espressioni artistiche e culturali sottolineando le eccellenze di registi e produttori palestinesi;
  • incrementare l’interesse e la comunicazione su problematiche attinenti: la libertà, la giustizia e la pace, di autori non palestinesi relativamente alla Palestina;
  • aprire un dialogo tra le parti.

Contenuti: superamento delle barriere fisiche (muro e apartheid) e mentali (del pregiudizio e della non conoscenza dell’altro).

Metodologie: arti cinematografiche di comunicazione.

Riproducibilità: realizzazione di un Festival di cortometraggi a concorso, con cadenza annuale e con modalità itinerante.

Allegati al progetto:

  • Regolamento Festival
  • Scheda di partecipazione

Il Presidente

Luisa Morgantini

 

Annunci