Prima School Edition Fest organizzata da ECOLE CINEMA

La Prima School Edition Fest, organizzata da ECOLE CINEMA – PRESSO SALA DUMAS ISTITUTO FRANCESE-CITTA’ DELLA SCIENZA – articolo di Italo Pignatelli

La scuola napoletana parla di attualità: dispersioni, mediterraneo, distanze, legalità, diversità, donne. Dal 24 al 28 marzo, la sala Dumas dell’Istituto francese, Castecapuano, l’istituto Antonio Serra, l’Università Suor Orsola Benincasa, Città della Scienza, luoghi della storia e della cultura sono diventati palcoscenici per docenti e ragazzi napoletani e francesi. Gli studenti sono stati autori di cortometraggi, critiche, foto, video, locandine. Presentati i film: Vista con granello di sabbia di Giuseppe Carrieri, la strada di Raffael di Alessandro Falco, Sanitaensamble di Pianoterra onlus; cortometraggi: sei metri quadri, Botev i san Idiot, More two hours Iran, white dress e engagement ring Palestina, container 158 e Terrapromessa, Mirada perdida, Poblacion Juanito Laguna, Margerita, trenta scatti verbali e visivi un ponte tra città–Parigi l’Orizzontale e Napoli la Verticale, il reportage donne in guerra. I temi dei dibattiti sono stati sull’inclusione dei rom nelle scuole, scuola contro camorra e meno mafia. Il “Mediterraneo, un mare di differenze”, tema trattato al Serra, ha presentato “Atlante delle guerre” che vede le donne vittime di violenze e costrette alla fuga. Il Cinema dei diritti da Napoli si è collegato con Parigi e Buenos Aires. Nella prossima edizione si prevede la partecipazione di scuole di altre città italiane e straniere. Lo scopo del Festival è di condurre i ragazzi sulle tracce del fare cultura, dell’impegno sociale, nella demolizione dei tabù, nel dialogo con gli immigrati e i diversamente abili, nel rispetto delle donne che sono soggetti da amare e non oggetti di sesso e violenza. Il cinema, come le altre arti, può essere una mensa per i giovanissimi che con altri di nazionalità e religione diversa possono nutrirsi di cultura e scambiarsi idee e informazioni per sviluppare la propria personalità. Nella sala docenti e operatori culturali, nel ruolo di camerieri professionisti, portano il meglio: poesia, arte, teatro, danza, musica, nuoto, atletica. Si rinnovano le metodologie educative. L’aula si dilata su altri meridiani. Si studia cercando il dialogo e il confronto con altri studenti. Si studia la storia della realtà in cui si vive.
Ultima serata alla sala Dumas. Premiazione cortometraggi: I° premio Il riflesso della maschera – Ist, Nitti, menzione speciale Ora Basta – Casanova, NERO NO!- 55° Circolo didattico, Sguardi di genere – Marcello Salvi del liceo V. Emanuele II, Differentemente Uguali – V. Veneto, Oltre l’immagine – II e IV F dell’Ist. Mazzini. Nella sezione Critica e Locandine: per More..I° per locandina e critica liceo Urbani, menzione IV F ISI Serra, per Margerita IPIA per la locandina, IG V,Veneto, menzione 2° liceo Manzoni, per Ngutu I°premio per la locandina a IV E e F 28° Circolo Aliotta e a Giorgia Branchizio IC Nevio, critica IC Massaia. Sezione Foto: tema Amore premiato Giuseppe Pellecchia anche per Uguaglianza e Dignità, menzione a Maria Nemoianni, per la Dignità Ceraso- Terrecuso ISIS Europa. Sul tema Accoglienza e Diversità il video “E’ Nero? NO grazie!” della IV H del Circolo Piscitelli con l’ausilio dell’insegnante Annalisa De Felice. Auguri e Buon Lavoro a Sabrina Innocenti!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...